Chiude AppARTEngo Festival 2021: una call e tanti nuovi progetti per portare il format in tutta l’Italia

di Camilla Castellani

Ha chiuso i battenti lo scorso settembre AppARTEngo Festival 2021, il Festival Internazionale di Arte Pubblica che dal 2017 si tiene a Stigliano, nel cuore della Montagna Materana, di cui spesso abbiamo parlato negli ultimi mesi.

Questa quinta edizione della kermesse lucana, unica nel suo genere per la vastità delle operazioni (e per le novità che porta con sé), ha visto susseguirsi 4 spin-off che hanno esportato il format anche al di fuori di Stigliano: Gorgoglione, Rotondella, Montalbano Jonico (tutti comuni della Basilicata) con un passaggio in Campania, nel comune di Sicignano degli Alburni, borgo in provincia di Salerno. Questa importante novità ha generato un vero e proprio sodalizio creativo e culturale tra AppARTEngo Festival e il territorio, segnando così la strada per quella che sarà la nuova vita del festival.

Lo scorso 14 ottobre è stata infatti lanciata Appartengo R-Evolution, una open call che chiama a raccolta i piccoli borghi e comuni d’Italia per realizzare un Festival Itinerante di Arte Pubblica per il 2022, il primo su territorio nazionale. Una vera e propria carovana attraverso le piccole realtà interne d’Italia in cui riscoprire un patrimonio culturale di tradizioni antiche e in cui lasciare letteralmente il segno con opere di Arte Pubblica – come è stato fatto da cinque anni a questa parte in Basilicata grazie alla kermesse che porta la firma di Pietro Micucci come Project Manager e, quest’anno, di Alessandro Suzzi come direttore artistico.

AppARTEngo Festival 2021 (Stigliano)

La call, rivolta a tutta Italia, porterà alla selezione di un solo comune per regione, presso cui AppARTEngo Festival esporterà il suo format. Tale viaggio, poi, sarà rielaborato in una docuserie, che racconterà per immagini la prima edizione del primo Festival Itinerante di Arte Pubblica 2022 su tutto il territorio nazionale: la conduzione sarà affidata a due ospiti d’eccezione, le blogger Anna Fornaciari e Anastasia Fontanesi, fondatrici di Travel On Art, la rinomata piattaforma di divulgazione sui temi dell’arte e del viaggio in Italia e all’estero.

Ma facciamo un passo indietro. Cos’è successo a Stigliano nei trascorsi tre mesi? L’antico borgo ricco di un inestimabile patrimonio storico, culturale e umano – che però ricordiamo essere stato colpito negli anni da un grave processo di spopolamento – grazie ad AppARTEngo Festival e alla forza propulsiva dellarte contemporanea (presente in un panorama di declinazioni incredibili) è diventato, anche per quest’anno, teatro di cambiamento, terreno fertile per la messa in campo di processi virtuosi e buone pratiche.

Da giugno a settembre ogni angolo del piccolo comune si è infatti trasformato in un laboratorio d’arte a cielo aperto, un’esperienza immersiva nella quale tutti sono stati protagonisti: gli artisti arrivati da ogni parte d’Italia e del mondo, la comunità locale chiamata a prendere parte all’evento e a partecipare attivamente al processo creativo, e i turisti, attratti da tanto fervore.

E così, numerosi sono stati gli artisti che, a Stigliano, si sono quest’anno confrontati sul tema SEGNALI DALLA AREE INTERNE. Dai muri di Ericailcane, Vesod, Nemos, Barlo e Thisisto e poi ancora di Bastardilla (Colombia), Kirill Vedernikov (Russia), Shirdina Vera (Russia), Duo Amazonas (Argentina), Natalia Andreoli (Argentina), Lina Castellanos (Colombia) e La Rouille (Francia). Passando poi per le installazioni di Borondo, Luis Gomez, Ufocinque, Gianna e Maria Pina Bentivenga e Umberto Giovannini e Gola Hundun; e concludendo con la performance Art Dinner facilitata da Marta Jovanovic, nel cortile del Palazzo Santo Spirito, i diversi artworks di camouflage body painting di Lela Perez e le sculture in ferro cemento di Mario Sansone nel Parco della Mandarra.

AppARTEngo Festival 2021 (Stigliano)

Insomma, quello che si è andato a generare a Stigliano è stato un dialogo serratissimo tra memoria/identità e ricerche poetiche degli artisti, capace di lasciare a Stigliano opere che si offrono come nuova opportunità di narrazione delle sue specificità e criticità, della sua storia e del suo patrimonio culturale, materiale e immateriale, parte del quale destinato a scomparire. Segni indelebili nel territorio, che oggi lo riscrivono artisticamente, ed esperienze uniche destinate a lasciare un’impronta nei vissuti di chi ha partecipato alle loro creazione e di chiunque vi si imbatta.

E proprio in virtù del forte coinvolgimento emotivo e culturale tra cittadini e turisti, il percorso proposto in questi mesi tra Stigliano, Gorgoglione, Rotondella, Montalbano Jonico e Sicignano degli Alburni ha portato gli organizzatori di AppARTEngo Festival a valorizzare quanto costruito attraverso altri due innovativi progetti: AppARTEngo Experience e AppARTEngo Academy che, assieme al t.o. Asudtravel, verranno presentati al prossimo TTG Travel Experience di Rimini (13-14-15 ottobre 2021). Nel primo caso, si tratta di un ventaglio di proposte turistiche esperienziali legate al mondo agreste che spaziano dai tour guidati alla scoperta delle opere lasciate nel comune di Stigliano, toccando inevitabilmente le attività di turismo lento e sostenibile. Queste saranno stagionali e varieranno in base ai mesi, spaziando tra la raccolta di olive, pomodori, castagne e funghi e tartufi e la mungitura delle vacche. Nel secondo caso, invece, ci sarà la possibilità, aperta a chiunque, di partecipare a workshop con artigiani locali e artisti – alcuni dei quali protagonisti delle passate edizioni di AppARTEngo Festival – per confrontarsi con la lavorazione di ceramica, legno, pietra, ferro-cemento, cera e molto altro ancora.

AppARTEngo Festival 2021 (Stigliano)

Leggi anche:

Lascia un commento