Gli Street Art Tour a Milano di Another Scratch In The Wall

di Clara Amodeo

Graffiti, Street Art, muralismo contemporaneo. A Milano l’Arte Urbana ha avuto modo di svilupparsi sotto moltissime forme, andando a interessare i più diversi quartieri cittadini a partire dalla fine degli anni Ottanta.

Cosa unisce unisce spazi, tempi e tecniche? Semplice: la caratteristica dell’Arte Urbana (a Milano e non solo) di essere una forma di comunicazione innovativa e molto interessante, capace, grazie alla sua natura pubblica, di parlare (o in certi casi urlare) a un grandissimo numero di persone contenuti e forme che si evolvono di pari passo con la città.

Con i nostri tour a piedi andiamo dunque alla scoperta dell’Arte Urbana a Milano, raccontando non solo la storia del movimento, globale e locale, ma anche quella dei singoli muri, leggendo le opere e dando indicazioni interessanti sugli artisti e sulle tecniche da loro usate. Ma quali soni, nel dettaglio, i nostri tour? Eccoli!

Greco

Leoncavallo S.P.A.

Si tratta di uno dei tour più underground e storici della città: durante il tragitto sarà infatti possibile ammirare due posti iconici del movimento milanese, il Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito, e via Pontano, con le opere di artisti italiani e internazionali. Nel mezzo, poi, non mancheranno sorprese legate al meraviglioso paesaggio del naviglio Matresana.

Isola

via della Pergola

Isola rappresenta l’evoluzione di uno dei quartiere che ha dato i natali alla Street Art milanese (grazie a realtà quali Pergola, Stecca degli Artigiani, Postello autogestito, tutte chiude) ma che, con il tempo, ha preferito guardare a nuove forme di arte pubblica nello spazio urbano. Qualche esempio? Il muro dedicato ai 110 anni dell’Inter, o le decorazioni del sottopasso alla stazione del passante di Garibaldi. Qui, poi, si concentra un interessante numero di gallerie d’arte che ospitano mostre dedicate all’Arte Urbana e ai suoi protagonisti.

Navigli

MusicWall

Qui la produzione spontanea, grazie alla presenza di luoghi storici quali il Cox18 e via Gola, si mescola con progetti di Arte Urbana creati in collaborazione con enti, pubblici e privati. Sui Navigli, insomma, non ci si può annoiare: durante la passeggiata scopriremo di più anche sul tema del diritto d’autore, presente sulle opere dell’ingegno umano ma spesso dimenticato dai brand.

Ortica

Or.Me – Ortica Memoria

Ex comune poi diventato quartiere, l’Ortica è dominata dal progetto Or.Me, Ortica Memoria, realizzato dal collettivo Orticanoodles per raccontare la storia del territorio e di Milano negli anni post bellici fino ai giorni nostri. Ma forse non tutti sanno che l’Ortica ha dato i natali a una delle storiche hall of fame milanesi: se non sapete di cosa si tratta e volete saperne di più, questo tour fa per voi!

Monumentale

Tempio del Futuro Perduto

Tutto attorno al più bello e imponente dei cimiteri milanesi (e italiani) la Street Art ha nel tempo trovato il suo habitat naturale, complici luoghi di un tempo (come il Bulk) e di adesso (come il Tempio del Futuro Perduto, che visiteremo durante il tour).

Giambellino

via Brunelleschi

Chi ama i Graffiti non può lasciarsi scappare questo tour: durante la camminata avremo infatti modo di vedere due dei luoghi storici del movimento italiano e milanese, dove oggi campeggiano le opere di writer italiani e internazionali di tutto rispetto. La passeggiata si conclude spesso con la visita di una mostra alla Stradedarts, galleria e associazione culturale dello storico writer milanese KayOne.

San Siro

Street Players

La jam più lunga d’Italia è qui! Una passeggiata lunga e ricchissima di Arte Urbana, legata al progetto Street Players che gira tutto attorno all’Ippodromo e al quartiere di San Siro e incentrata su temi quali il verde, i cavalli, il calcio e il genio di Leonardo da Vinci. Il tutto con la necessaria guida di KayOne, storico writer milanese e ideatore della jam dal suo inizio e per tutti gli anni in cui centinaia di artisti, italiani e internazionali, sono venuti su questi muri a dipingere in compagnia.

Madama Hostel & Bistrot

Madama Hostel & Bistrot

Nel più affascinante ostello della gioventù di Milano si sussegue una grande numero di opere murarie: il tour, dunque, ci porterà alla scoperta non solo di uno dei luoghi più multietnici e “freschi” della città, ma anche delle decorazioni realizzate sia all’interno delle camere (una grande opportunità per chiunque non alloggi all’ostello!), sia nelle aree comuni sia all’esterno dell’edificio. A conclusione del tour, poi, sarà possibile gustare l’ottimo brunch del Madama Bistrot a un prezzo convenzionato.

Leggi anche:

Lascia un commento