A Milano apre “Close your eyes and see”, la personale di Eron

di Clara

Come disse il filosofo e poeta Henry David Thoreau, “Non importa quello che stai guardando, ma quello che riesci a vedere”. Ed è proprio da questo assunto che la Galleria Patricia Armocida di Milano è partita per organizzare la nuova mostra personale dell’artista italiano Eron, che inaugura oggi alle ore 19.00 nello spazio espositivo di via Filippo Argelati, 24.

Per l’occasione sarà presentata la sua ultima produzione di lavori: circa sette opere dipinte a spray su tela e una decina di disegni su carta.
Un percorso visivo che tocca varie tematiche sociali, dai diritti umani ai flussi migratori alternando o fondendo diversi linguaggi pittorici in cui l’osservatore è invitato non solo a guardare le opere ma anche a vederle. Sì, perché guardare e vedere sono spesso utilizzati come sinonimi, in quanto considerati equivalenti, ma, in verità, si riferiscono a due attività distinte.
Una suggestione che ha ispirato anche il titolo della mostra, “Close your eyes and see”, un invito diretto agli spettatori a vedere e a non limitarsi a guardare: “probabilmente – dicono dalla galleria – vivremmo in un mondo migliore”.

Il riminese Davide Salvadei, in arte Eron, torna a Milano dopo avervi lasciato, nel 2018, l’opera intitolata W.A.L.L. (Walls Are Love’s Limits), realizzata nel nuovo quartiere City Life a Milano: un dipinto di 1000 metri quadri che ha trasformato la grande parete in un monumentale muro contro i muri.

Leggi anche:

Lascia un commento